Nuovo indirizzo, nuova vita

Cari lettori,
forse avrete notato che è passato più di un anno dall’ultimo articolo pubblicato su Speculum Artis. Le cause di forza maggiore che mi hanno tenuto lontano sono sostanzialmente due: la ristrutturazione e sistemazione di una nuova casa (chi ci è passato sa di cosa parlo) e gli impegni di studio. Questi ultimi continuano ma i primi si possono dire esauriti quindi a breve riprenderò a pubblicare (sto già raccogliendo materiale per un nuovo articolo).

La notizia è che il blog, per non essere da meno del suo creatore, ha deciso anche lui di cambiare casa e vi invito a sostituire nei preferiti il vecchio indirizzo con questo. Perché passare da un hosting gratuito a uno a pagamento? Sostanzialmente perché la gratuità impone diversi vincoli tra i quali la scarsità di spazio a disposizione (e questo quando si usano molte immagini dopo un po’ diventa un problema) e l’impossibilità di utilizzare tutta una serie di plug-in come, ad esempio, quello che permette di consultare le note nel corpo del testo anziché fare su e giù per la pagina (provatelo al nuovo indirizzo, la differenza di fruibilità è notevole).
Un altro plug-in che verrà attivato, anche se non so bene quando, è quello per la versione multilingue. Sì, mi sono messo in testa di allargare un po’ la platea creando una versione di Speculum Artis in inglese. Ci vorrà un po’: il mio inglese non è gran che e la magrezza del mio portafogli mi impedisce di rivolgermi a servizi di traduzione professionale il che mi costringe a un lavorio certosino di confronto con testi in lingua che trattano questi argomenti, ma se riesco a trovare il tempo (maledette giornate di sole 24 ore) farò in modo che possiate consigliare Speculum Artis anche ad amici e colleghi che non parlano italiano.

Chi si era iscritto via email per ricevere le notifiche sui nuovi contenuti non dovrà fare nulla. Insomma non re-iscrivetevi che non serve.

Detto questo vi saluto, ringrazio e invito a raggiungermi nella nuova casa di Speculum Artis, anche perché la vecchia tra poco non esisterà più. A presto per un nuovo capitolo su un artista che amo moltissimo e un suo lavoro purtroppo scomparso.